+:+ MARIO FAGIOLO (SEGNI – RM, 28 AOÛT 1908 – ROME, 14 AVRIL 1997), UNE VIE POUR LE RUGBY +:+

:.. Mario Fagiolo était un boxeur et un Rugbyman italien, double champion à 15 ans, trois-quarts et demi de mêlée pour Rugby Roma et vice-champion avec l’équipe nationale italienne de rugby à l’Universiade de Turin (1933).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FR :.. Nel rugby di quel tempo non era prevista un’attività giovanile, gli atleti provenivano per lo più da altre discipline, in particolare l’atletica, e molti praticavano il rugby come secondo sport, come il pugile e calciatore (breve parentesi nella neonata As Roma Calcio 1927 per amore del rugby) Mario Fagiolo.

Mario Fagiolo è riconosciuto dalla F.I.R come “pioniere” del rugby italiano, con il diritto di fregiarsi del distintivo, avendo iniziato a praticarlo fin dal lontano 1928, mostrando subito la sua ottima predisposizione dall’aver coltivato altri sport ed, in particolare, dal pugilato che, in palestre romane, lo aveva visto salire sul ring anche per incontri a carattere competitivo.

Come rugbista fece anche parte di rappresentative in incontri internazionali.

Ex istruttore atletico dell’Esercito Italiano della squadra di rugby del Laboratorio di Precisione. ( Torneo “Caravella Tricolore” ) .

Fece esordire nel gioco della palla ovale, Paolo Rosi, il primo rugbista italiano a segnare a Twickenham.

Paolo Rosi (Roma, 20/4/1924 – Roma, 30/4/1997), noto rugbista a 15 (centro ala del Rugby Roma con cui vinse due scudetti consecutivi nel 1948 e nel 1949. Capitano della Nazionale italiana con cui disputò 12 incontri tra il 1948 e il 1954), giornalista e telecronista sportivo italiano (per più di trent’anni la voce dell’atletica, del pugilato e del rugby dalle frequenze radiofoniche e televisive della Rai) , lo aveva già citato in una sua intervista, sia come giocatore, allenatore che dirigente della Rugby Roma.

“Gestiva tutto, o quasi tutto Mario Fagiolo.

Il Dottor Mario Fagiolo, scudettato già negli anni Trenta, tra i rifondatori della Rugby Roma nell’agosto del 1940 e, come ricorderete, tra i promotori dell’ovale all’interno del Laboratorio di Precisione dove lavorava Manlio, fratello di Paolo Rosi, il primo italiano a segnare a Twickenham.”

Intervista presente in questo stralcio tratto dal libro intitolato:

“Una finta a destra, una a sinistra: Paolo Rosi, il primo italiano

a segnare a Twickenham” di Federico Meda dove si ricorda anche Mario Fagiolo come istruttore atletico dell’Esercito italiano, ex rugbista e rifondatore della Rugby Roma.

(Prima Edizione: Febbraio 2015, Editore Absolutely Free)

:.. Pallone d’argento dalla F.I.R. per la sua lunga attività come giocatore e Targa d’argento (1986) dal C.R. Laziale (Comitato Regionale F.I.R. Lazio) come uno dei più attivi ed apprezzati Presidenti di Società.

:.. Targa”Franco Chiaserotti “(1991)” Una vita per il Rugby” dal C.I.A.R

(Club Italia Amatori Rugby).

:.. Targa “3° Torneo Internazionale Rugby Educativo ” (1994)

al Presidentissimo Mario Fagiolo (Segni , 7/8 Maggio 1994)

Fondatore nel 1968 insieme ad un gruppo di ragazzi incuriositi da questo sport,

ex Presidente e P. onorario dell’Associazione Rugby F. C. Segni

(nel 1992 viene promossa in Serie A2 dove milita per le 3 stagioni successive).

Con inesausta passione e generosità, con uno spirito giovanile invidiabile, con una indiscussa competenza che gli proveniva dalla sua prestigiosa carriera, fra la gioventù segnina infondeva entusiasmo e saggezza in questo meraviglioso sport chiamato “Rugby”, accendendo a tutti quella fiamma che in lui era ancora viva ed ogni giorno più luminosa.
Il presidentissimo della Società, onorario per titolo di merito, aveva vissuto è studiato a Roma dal 1911.
Da tutti i segnini, Mario Fagiolo era considerato un “segnino verace”
perchè a Segni era nato e aveva passato gran parte della sua fanciulezza.

Trascorreva in una bella villetta che possedeva, gran parte dell’anno

con la moglie e figli a Segni.

:.. Frasi celebri di Mario Fagiolo, primo rugbista segnino, pioniere della palla ovale,  bicampione italiano, vice campione con la Nazionale Italiana di Rugby alle Universiadi (1933), fondatore e Presidentissimo del Rugby Segni:

Oggi è facile parlare di rugby a Segni perchè questo sport ha, ormai da tempo, fatto scoprire ai segnini, l’esistenza di questa strana palla.

Non posso dimenticare tutti coloro che dall’anno della sua nascita hanno vestito la maglia rossoverde per difendere sul campo il prestigio sportivo della città compiendo, nella buona e cattiva sorte, sempre il proprio dovere.

Un abbraccio affettuoso e riconoscente ai vecchi e nuovi della Rugby Segni.

Ringrazio tutti coloro che possono aiutare la Rugby Segni in questo nobile scopo.

Con questa speranza e con l’augurio che il prossimo ventennio apra al rugby segnino un periodo prospero di successi, porgo a tutti gli atleti di oggi e di ieri, a tutti coloro che hanno collaborato nei campi più diversi, agli appassionati che oggi lo seguono, il mio più cordiale saluto.

I giovani di oggi, lo si sa, non sono quelli di ieri per il mondo diverso che li circonda, per il loro modo di vivere, ma è nello sport che essi possono trovare quello che a loro più manca:

il contenuto e le proposte adeguate per una esistenza felice.

:.. Targa_50 anni della nostra storia_Una vita per il Rugby
In ricordo del Presidentissimo Mario Fagiolo_Fondatore del Rugby Segni
Associazione sportiva Old Rugby Segni presenta “In ricordo di Mario Fagiolo” presso Sala polifunzionale”Eugenio Blonk Steiner” a Segni(Rm).

:.. Un viaggio virtuale tra i ricordi dei pionieri del rugby italiano
Nell’ambito dei festeggiamenti per i cinquant’anni della Società rugbistica segnina è d’obbligo dare ampio spazio al ricordo della persona più importante e illustre della storia del
Rugby Segni.

Mario Fagiolo.
Il Fondatore, il Presidentissimo.
Con il Patrocinio del Comune di Segni, in collaborazione con Rugby F.C. Segni a.s.d. e Old Rugby Segni
Targa ricevuta il 30 Marzo 2019 dal Presidente della Rugby Segni, Giancarlo Fontana, nel corso di questo evento come rappresentante della famiglia Fagiolo.
RFC Rugby Segni A.S.D. , FIR e Coni
Ringrazio da parte della mia famiglia per i loro interventi il moderatore Walter Colaiacomo (ex allenatore, ex rugbista della Rugby Segni e ideatore dell’evento), Emiliano Ciotti
(Presidente Old Rugby Segni), Giancarlo Fontana (ex rugista e Presidente della Rugby Segni), Rinaldo Tordella (ex Presidente, allenatore e giocatore della Rugby Segni), Ferruccio Tozzi
(ex giocatore della Rugby Roma Olimpic 1930 e membro della “Original very Old Rugby Roma”, squadra di ex giocatori del club della Capitale) e Caratelli Alvaro (ex allenatore e giocatore della Rugby Segni) che hanno ricordato il pugile e rugbista segnino, Mario Fagiolo.
Ringrazio anche il Segretario dell’Associazione Old Rugby Segni, Corrado Belvedere per l’allestimento della Sala polifunzionale, l’accoglienza degli ospiti e tutto ciò che riguarda
la parte organizzativa.

:.. AUTORE E FOTOGRAFIA: ALESSANDRO FAGIOLO

Biografo e nipote del pugile e rugbista segnino, MARIO FAGIOLO