+:+ MARIO FAGIOLO (SEGNI – RM, 28 AGOSTO 1908 – ROMA, 14 APRILE 1997), UNA VITA PER IL RUGBY +:+


:..
Mario Fagiolo è stato un pugile competitivo e rugbista bicampione a 15 italiano, tre quarti e mediano di mischia della Rugby Roma e vice campione con la Nazionale Italiana di Rugby alle Universiadi di Torino (1933).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ES :.. MARIO FAGIOLO (Segni – Rm, 28 Agosto 1908 – Roma, 14 Aprile 1997) è stato pioniere (1928) con la A.S. Roma Rugby (vice campione nel 1929-30) di questo sport e bicampione italiano nelle stagioni sportive 1934 – 35 e 1936 – 1937 con la Rugby Roma (e tre volte vice campione nelle stagioni 1930-31, 1931-32 e 1933-34), vincendo i primi due titoli della storia con il club romano.

:.. E’ il rugbista che vanta più presenze (78 partite giocate) nella storia della Rugby Roma in Serie A nel periodo 1930 – 1937 e 1940 -41 .

:.. Il rugbista segnino ha avuto l’onore di giocare nella Rugby Roma con 13 rugbisti della Nazionale Italiana di Rugby: Guglielmo Zoffoli, Paolo Vinci (II), Francesco Vinci (III),Carlo D’Alessio, Carlo Carloni, Gastone De Angelis, Carlo Raffo, Tommaso Fattori, Renato Paciucci, Piero Vinci (IV), Renato De Marchis, Giuseppe Bigi e Umberto Silvestri.

:.. Il rugbista Mario Fagiolo, medaglia d’argento con la Nazionale italiana di Rugby alle Universiadi di Torino (1933), dopo aver vinto in semifinale (6-0 alla Spagna), perde la finale contro la fortissima Francia di quel periodo.

:.. Ha avuto come allenatore il sudafricano Pierre Theron alla Rugby Roma, che si affidava a un innovativo, per l’epoca, schieramento con quattro seconde e una terza linea alle spalle dei due piloni e del tallonatore, preferendo il gioco al piede e la profondità.

La Rugby Roma di Pierre Theron si propose come sfidante dell’Amatori anche sul piano dello stile di gioco: Milano, allenata dal francese Julien Saby, adottava una formazione con uno schieramento degli avanti con tre prime, due seconde e tre terze linee con gioco largo sui tre quarti.

:.. Nel Rugby è stato allenatore (il quarto nella storia del club post Pierre Theron), rifondatore e due volte dirigente sportivo del club capitolino.

Nell’anno della sua seconda affermazione nazionale (1936 – 1937) dapprima il club confluì nell’A.S. Roma, poi sopraggiunsero problemi tecnici ed economici che causarono la cessazione delle attività del club, che fu rifondato circa tre anni più tardi a opera di alcuni suoi ex rugbisti come Amatori Rugby Roma. 

:.. Nell’agosto del 1940, Mario Fagiolo insieme a Mimmo Arrivabene (che sarà presidente), Peppe Giuliani, Franco Querini, Carlo Raffo, Renato Paciucci e Alberto Marchesi, riportano in vita la società della A.S. Roma Rugby (in precedenza Rugby Roma) chiamandola Amatori Rugby Roma.

:.. Dirigente sportivo nel 1943 insieme a Carlo Raffo e Paolo Vinci (II) della squadra capitolina durante la presidenza di Bruno Bizzarri.

A causa degli eventi bellici (iniziati il 10 giugno 1940 e terminati il 25 Aprile 1945 con la festa della Liberazione,  la fine del regime fascista, dell’occupazione nazista in Italia e della Seconda guerra mondiale) incombenti, tuttavia, la rinata squadra rimase di fatto inattiva a livello ufficiale.

:.. Mario Fagiolo nel 1955 partecipa come ex rugbista (47 anni) in una partita amichevole di rugby con i Senior Rugby Club (vecchie glorie di questo sport) contro il B.U.C. Barcelona (squadra universitaria di rugby spagnola fondata nel 1929) presso lo Stadio Nazionale di Torino (Italia).

:.. Nel mondo del rugby è stato il fondatore (1968), il primo presidente e il presidente onorario del Rugby Segni (1969) .

:.. Il giorno 03/09/2021, la nuova Club House del Rugby Segni viene intitolata a Mario Fagiolo (1° Presidente nonché fondatore del Club) e inaugurata con una cerimonia alla presenza dei vertici FIR (Presidente Federale, Marzio Innocenti, dei Vice Presidenti Federali, Antonio Luisi e Giorgio Morelli), dal Presidente del Comitato Regionale Maurizio Amedei, dal Sindaco del Comune di Segni (Piero Cascioli), dall’ Assessore allo Sport (Silvia Pucello), dal Presidente dell’ ASD Rugby Segni (Giancarlo Fontana) e dai numerosi cittadini intervenuti.

:.. 1° TROFEO MARIO FAGIOLO

:.. 8° TORNEO MINI RUGBY – CITTA’ DI SEGNI

:.. APERTO ALLE CATEGORIE U.7-9-11-13

:.. 19 GIUGNO 2022

CAMPO SPORTIVO COMUNALE DI RUGBY M.PAPAROZZI

:.. RUGBY SEGNI A.S.D. – FIR – CONI – COMUNE DI SEGNI (CITTA’ D’ARTE)

:.. ITALIA – LAZIO – SEGNI (RM)

:.. PER APPROFONDIRE VEDI I SEGUENTI LINKS:

:.. Curiosità sulla A.S. Roma (vice campione) e Rugby Roma (dal 1930 al 1937 , tre volte vice campione e due volte campione) del rugbista Mario Fagiolo (1908-1997)

:.. Divisione Nazionale 1929-1930 dal 2 febbraio 1930 al 18 maggio 1930

fu il 2º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Partecipanti: 12 e formula a gironi + girone finale

Vincitore: Amatori Milano (2 titolo) – Seconda: A.S. Roma

La Roma calcio partecipò con una sua squadra di rugby i cui giocatori, a fine 1930, fondarono una società autonoma, la Rugby Roma.

Il club della Rugby Roma fu fondato il 21 ottobre 1930 a Roma in un appartamento nei pressi di villa Torlonia, abitazione dei fratelli Vinci, rugbisti storici che fecero parte delle prime formazioni della Nazionale italiana, compresa la partita d’esordio assoluto del 1929 contro la Spagna.

I colori del club furono suggeriti dai fratelli italo-argentini Giuseppe e Tullio Bigi, cresciuti nel Club Atlético de San Isidro le cui uniformi di gara sono a strisce orizzontali bianche e nere

:.. La Divisione Nazionale 1930-31 (anche detta Torneo Federale 1930-31) dal 14 dicembre 1930 al 29 marzo 1931 fu il 3º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Partecipanti: 13 – Formula Eliminazione diretta

Vincitore: Amatori Milano (3º titolo) – Finalista: Rugby Roma

Con il commissariamento della F.I.R. avvenuto un anno prima per via di una diatriba politica, fu organizzato da un direttorio appositamente costituito in seno alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, che ebbe la gestione del torneo in oggetto e di quello seguente fino alla ricostituzione della Federazione Italiana Rugby.

:.. La Divisione Nazionale 1931-32 dal 15 novembre 1931
al 4 aprile 1932 fu il 4º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Partecipanti: 12 –  Formula fase a gironi + girone unico

Vincitore: Amatori Milano (4º titolo) – Secondo: Rugby Roma

La Divisione Nazionale 1933-34 dal 14 gennaio 1934
al 20 maggio 1934 fu il 6º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Partecipanti: 11 – Formula a gironi + girone finale – Vincitore: Amatori Milano (6º titolo) – Secondo: Rugby Roma

La Divisione Nazionale 1934-35 dall’11 novembre 1934
al 2 giugno 1935 fu il 7º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Partecipanti: 15 – Formula a gironi + girone finale – Vincitore: Rugby Roma (1º titolo) – Secondo: Bologna

La Divisione Nazionale 1936-37 dal 10 gennaio 1937
all’11 aprile 1937 fu il 9º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Partecipanti: 8 – Formula Girone unico

Vincitore: Rugby Roma (2º titolo) – Secondo: Amatori Milano

La vittoria giunse proprio all’ultima giornata di campionato quando allo stadio Testaccio i romani, davanti a 10 000 spettatori, vinsero 6-3 contro la squadra milanese e la staccarono di 3 punti in classifica finale.

:.. Il fratello ALFREDO FAGIOLO (il mio prozio) è stato Segretario della Reggente Nord alla FIR (Federazione Italiana di Rugby) dal 1943 al 1954 e Segretario Generale della FIHPR (Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio a Rotelle) dal 1965 al 1966.

Silvio Fagiolo (Roma, 15 luglio 1938 – Milano, 28 giugno 2011) è stato  diplomatico italiano e cugino di Mario Fagiolo da parte della famiglia di Margherita Fagiolo, madre del rugbista segnino.

Il 01/07/2003 presso il Ministero degli Affari Esteri si è svolta la cerimonia d’inaugurazione   della sala della Direzione generale dell’Unione Europea  dedicata “Silvio Fagiolo“, ambasciatore italiano scomparso nel 2011. 

Laureatosi in giurisprudenza all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, lavora come funzionario della Commissione CEE prima di entrare in diplomazia nel 1969.

Ministro consigliere a Washington (1992-1995), ricopre l’incarico di capo di Gabinetto dei ministri degli Esteri Susanna Agnelli e Lamberto Dini.

Tra i protagonisti dei negoziati per il trattato di Maastricht e di Nizza, è stato rappresentante permanente presso l’Unione europea dal 2000 al 2001 e ambasciatore d’Italia in Germania (2001 – 2005).

Editorialista del Sole 24 Ore, dal settembre 2005 ha insegnato Relazioni internazionali presso la LUISS Guido Carli di Roma.

Un tifoso del rugbista Mario Fagiolo è stato Vincenzo Fagiolo (Segni, 5 febbraio 1918 – Roma, 22 settembre 2000), cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

:.. AUTORE E FOTOGRAFIA: ALESSANDRO FAGIOLO

Biografo e nipote del pugile e rugbista segnino, MARIO FAGIOLO